1985: Il Gruppo Teatrale In Cammino si presenta alla comunità della Parrocchia S. Maria Ausiliatrice e debutta nel mese di settembre con lo spettacolo musicale Forza Venite Gente, che viene replicato più volte a Cassina e ospitato in 15 paesi dell’hinterland milanese

1987: La positività dell’esperienza precedente spinge il gruppo a proseguire con un altro spettacolo musicale; questa volta il testo viene elaborato dal gruppo stesso, mentre le musiche vengono reperite soprattutto tra i brani dei Gen Rosso. Il titolo del recital è: Se non fosse per te ed è incentrato sulla vita di San Giuseppe.

1989: Continua l’esperienza degli spettacoli musicali caratterizzati da temi che illustrano la vita di santi e questa volta tocca a San Filippo Neri. Il testo viene elaborato da Anna Maria Ponzellini che inizia anche a seguire la direzione del gruppo. Ci si affida ad una ricerca “sul campo”, pellegrinando per Roma, leggendo tutti i testi possibili, compresi i testi del processo di beatificazione: nasce così Pippo il buono. Questo spettacolo partecipa a due concorsi promossi, uno dal Teatro Santa Lucia di Quarto Oggiaro, in cui si aggiudica il 1° premio e il premio per la miglior regia, l’altro dalla F.O.M. nel quale vince il 2° premio nella categoria degli spettacoli musicali.
Pippo il buono viene rappresentato in diversi oratori e lo stesso copione viene richiesto per allestimenti da parte di altre compagnie.
In questo stesso anno il Gruppo Teatrale In Cammino incomincia ad occuparsi di drammi sacri realizzando La veglia di Natale e il Venerdì Santo secondo Giovanni.

1990: Il Gruppo aderisce ad una proposta di cambiamento, sia per quanto riguarda la tematica di allestimento che la tecnica di lavoro. Partendo dalle sollecitazioni provenienti dalla lettera del cardinale Martini “Il lembo del mantello”, si decide di affrontare il tema della comunicazione all’interno della città metropolitana, il tutto senza un testo precostituito. Il gruppo è invitato a sperimentare l’improvvisazione guidata: vengono cioè individuate delle situazioni e dei personaggi da cui i singoli devono partire per agire e parlare. Segue infine un’adeguata “limatura” del tutto. Il lavoro si rivela faticoso ma molto divertente, il gruppo “si scopre” e (ri)conosce le proprie potenzialità. Vengono contemporaneamente composti alcuni brani musicali mentre altri vengono reperiti tra quelli già esistenti. Nasce così L’inferno di Babele, uno spettacolo che, attraverso l’ironia, mette in scena lo stesso spettatore, invitato a riconoscersi nei vari personaggi che di volta in volta appaiono nella Babele degli anni ’90. Lo spettacolo ha un notevole successo di pubblico.
Prosegue nel frattempo di pari passo l’esperienza di teatro e rito nei tempi “forti” della comunità di Cassina de’ Pecchi.

1991-94: Il Gruppo Teatrale In Cammino non realizza spettacoli musicali, ma decide di potenziare la propria presenza in attività interne alla Parrocchia. L’impegno nella realizzazione di drammi sacri prosegue con maggior forza coinvolgendo anche i più piccoli.
Nasce lo spettacolo di strada Storia di Cassina de’ Pecchi, pensato per essere realizzato all’aperto con oggetti costruiti dagli stessi figuranti nell’ottica della festa medioevale, che vedeva un paese intero trasformarsi in una grande bottega d’arte.

1995: Seguendo il desiderio dei più di continuare a lavorare con un nuovo spettacolo, Anna Maria Ponzellini scrive in una notte: Scusate. Si tratta di uno spettacolo inusuale per la compagnia, non finito, che mette infatti in scena le peripezie del gruppo nell’atto di realizzare la “prima” di uno spettacolo: attori che non arrivano, sostituzioni impreviste con conseguenti battute fuori tempo, canzoni stonate, balletti con cadute drammatiche…. In sostanza uno spettacolo davvero strampalato.
L’ insicurezza del gruppo nel presentare Scusate viene spazzata via dalla risposta positiva del pubblico e della giuria della F.O.M., che consegna piuttosto inaspettatamente il 1° premio.

1995/96: Il Gruppo Teatrale In Cammino festeggia il suo compleanno: 10 anni di spettacoli, attività, progetti realizzati da persone diverse che fanno nascere in tutti, anche in coloro che hanno ormai abbandonato il gruppo, il desiderio di ritrovarsi, di “fare qualcosa insieme”.
Rimettiamo insieme la banda è lo spettacolo che riassume 10. Diviso in quadri, presenta al pubblico spezzoni dei momenti migliori del gruppo. Non si tratta di una rivisitazione nostalgica, ma al contrario di un modo per ritrovare le radici di un gruppo che non ha mai perso la certezza di poter vivere e comunicare la fede anche attraverso i linguaggi espressivi.

1996: Viene allestito lo spettacolo natalizio Seguendo una stella.

1997: Dopo molteplici proposte, il Gruppo Teatrale In Cammino decide di affrontare un nuovo spettacolo musicale conosciuto: Caino e Abele. La ballata del bene e del male di Tony Cucchiara. La scelta è in parte determinata dalla gioia di accogliere il nuovo Viceparroco, don Michele di Tolve, la cui vocazione è nata sulle assi del palcoscenico proprio a partire dalla messa in scena di Caino e Abele.
Stilato il copione per la parte recitata, fatta la scelta di suonare e cantare dal vivo, incomincia però ad imporsi il problema dei musicisti che, per questioni personali, non garantiscono di poter seguire le repliche. Il gruppo decide di mantenere le sue finalità originali scegliendo di utilizzare basi musicali.

1998: Allestimento dello spettacolo musicale Uomini Liberi. Questo recital, scritto appositamente per il gruppo In Cammino, è stato inviato ad una comunità di Parigi che, dopo averlo tradotto, lo ha messo in scena nel 2000.

1999: Il Gruppo Teatrale In Cammino inizia ad allestire lo spettacolo musicale Il sogno di Giuseppe, scritto da Castellacci e Belardinelli e pensato per il giubileo del 2000.

2000: Il Gruppo Teatrale In Cammino, dopo aver debuttato a Cassina nell’aprile del 2000 con Il sogno di Giuseppe, viene invitato a realizzare lo spettacolo in altri 20 parrocchie, approda a Roma in occasione del giubileo dei giovani e viene richiesto anche in Canada.

2001: Mentre continuano le repliche de Il Sogno di Giuseppe, viene messo il scena lo spettacolo musicale Betlemme anno zero”, realizzato per tutta la cittadinanza nella piazza antistante alla metropolitana.

2002: Nasce lo spettacolo musicale Il piccolo principe, tratto dall’omonimo testo di Antoine de Saint-Exupéry. Un lavoro di grande presa poetica, ma nella sua natura più semplice del precedente, il che rende possibile l’alternarsi con altre repliche de Il sogno di Giuseppe.

2004: Inizia un’avventura davvero insolita per il Gruppo Teatrale In Cammino. Seguendo le modalità d’azione del Gruppo viene comunicata all’intera Comunità la proposta di realizzare un nuovo spettacolo musicale. Alla prima riunione partecipano più di sessanta persone e durante la preparazione ne restano più di quaranta. Lo spettacolo scelto è Jesus, scritto da Massimo Visigalli con musiche che attingono a piene mani dal leggendario musical Jesus Christ Superstar. Il cammino è davvero tortuoso, le prove richiedono due anni e mezzo di preparazione, il Gruppo è continuamente in bilico, evidenziando che questo spettacolo ha caratteristiche del tutto nuove e chiede di essere vissuto: mettere in scena la vicenda delle vicende significa camminare sulla via del Maestro.
Finalmente lo spettacolo debutta nel giugno 2006, con tutte le caratteristiche dell’evento. La comunità di Cassina e degli altri paesi in cui viene replicato lo accolgono con immenso entusiasmo e straordinario coinvolgimento emotivo.
Attualmente Jesus è ancora in programmazione.

2007: La Fondazione Oratori Milanesi, per il centenario della rivista Eco degli Oratori, chiede al Gruppo Teatrale di realizzare uno spettacolo che abbia come tema l’oratorio. Il gruppo allestisce in modo totalmente inedito lo spettacolo musicale Oltre Zeta 2, che debutta nel mese di dicembre e che viene replicato nel settembre 2008 all’Allianz Teatro di Assago. Rappresentato nel gennaio 2012 a Lecco, questo spettacolo è in fase di rilancio per la sua capacità di essere proposto a un pubblico di tutte le età, a tutti coloro, grandi e piccoli, che amano l’oratorio.

2008: Il Gruppo Teatrale In Cammino si costituisce nell’Associazione Amatoriale Culturale omonima, che abbraccia al suo interno varie delle esperienze educative presenti nella comunità, legate all’universo espressivo (es. la Scuola di Teatro San Domenico Savio e il progetto Per una Virgola di Sorriso).

2009: Il Gruppo allestisce il nuovo spettacolo musicale “Il libro di Tobia”, tratto dal relativo testo biblico e completamente inedito, che partecipa, vincendolo, al primo Festival Nazionale del Teatro Sacro. Il debutto avviene a Lucca, all’interno del Festival, nel mese di settembre. Compagni di avventura sono gli amici del coro “Springtime” di Livorno. Parallelamente il Gruppo segue una specifica formazione a cura di Don Paolo Mandelli sui temi forti contenuti nello spettacolo: famiglia, fede e fedeltà.
Lo spettacolo viene replicato altre volte fino a tutto il 2010.

2011: In occasione della beatificazione di Suor Enrichetta Alfieri, viene richiesta al Gruppo la “mission impossibile” di realizzare in 4 mesi un musical sulla figura della religiosa. Impresa riuscita: il debutto avviene nel mese di giugno e lascia il segno nel pubblico e in tutti i membri del gruppo per la potenza impressionante del messaggio.
Il titolo di quest’opera è “L’Angelo di San Vittore” e viene replicata al teatro Argentia di Gorgonzola nel novembre 2011.
Sempre nel 2011 parte il Laboratorio dei Pa3 (Padri al Cubo), un’esperienza teatrale condivisa dai padri di oggi, padri di terza generazione, che condividendo le proprie esperienze, scrivono un copione spassosissimo e mettono in scena, sotto la guida del prof. Claudio Bernardi e di Jacopo Bottani, lo spettacolo “Le Papà Olimpiadi”.

2012: Attualmente il Gruppo può proporre contemporaneamente 3 spettacoli già rodati: “Jesus”, “Oltre Zeta 2” e “L’Angelo di San Vittore”, con un repertorio artistico e di profondità del messaggio di notevole livello per un gruppo amatoriale.
Parte anche il laboratorio teatrale dedicato alle madri.
Nel corso dell’anno entreranno a far parte dell’Associazione il Laboratorio di Chitarra Suonando Allegri, dedicato a bambini e ragazzi e verrà lanciato un corso di canto, guidato da Claudia Facchini

Back to Top